Ciao Gabri!


Se ne è andata Gabriella Bonello. Una vita tutta passata a sinistra, quella di Gabri. Iscritta alla CGIL fin da giovanissima, militante di Rifondazione comunista, iscritta all'ANPI, sostenitrice di Emergency e del Paolo Otelli, grande viaggiatrice in giro per il mondo. 
La voglio ricordare per quell' anticonformismo che ha sempre dominato il suo modo d'essere. 
Per quella sua voglia di vivere, di leggere, di conoscere paesi e culture distanti dalla nostra opulenta civiltà. Per quella sua voglia innata di stare con leggerezza al passo coi tempi che la avvicinarono all'utilizzo di internet alla soglia dei sett'antanni, per stare in contatto con nuovi modi di comunicare. Non potro' mai dimenticare il suo sorriso, la sua generosità, le sue battute ironiche sugli amici ed i nemici di sempre. Saremo piu' soli senza di lei, senza la sua ironia e la sua schiettezza con cui da sempre ha affrontato le vicissitudini di una vita.
MARTEDI' 31 MAGGIO alle ore 10 presso la sua abitazione (via Po, angolo via Orti) saluteremo laicamente insieme la compagna Gabri.
frd.

9 commenti:

Centro Otelli ha detto...

ciao Gabriella. ci sarai sempre, vicina nel cuore e nelle lotte. hasta siempre!

Massimo

CBNeas1968 ha detto...

L'ho conosciuta alcuni anni fa, praticamente subito dopo il mio arrivo a Chivasso: abituato alle coscritte della mia terra natia, tutte casa, letto, cucina, chiesa e TV, per me fu una rivelazione positiva imbattermi in una signora stupendamente giovane, che faceva della militanza e del perenne impegno le proprie fondamentali bandiere. Benchè sentisse già il peso di una senescenza crudelmente incipiente, ella sapeva intelligentemente sdrammatizzare ogni cosa, anche in occasione di circostanze molto seriose come la giuria di un concorso letterario. E come dimenticare un divertente siparietto che la vide protagonista, la sera del 1° agosto 2007, di un improvvisato sketch con Antonio Cornacchione, che quella sera teneva il proprio spettacolo cabarettistico assieme al cantautore Carlo Fava in Piazza Dalla Chiesa ? Una capacità di tenere testa con arguzia e intelligenza alle fulminanti battute del comico milanese, sempre nei panni del suo personaggio meglio riuscito, quello del berlusconiano convinto, ciò che sembrava essere solo un'esagerata macchietta del nostro tempo e che di lì a poco sarebbe diventata una situazione più realistica del re.
Non mi resta che dire: Gabriella, ti sia lieve la terra, e grazie per la forza e il coraggio che sono stati e saranno sempre un insegnamento per noi di Sinistra !
Arrivederci nei Campi Elisi ! ! !
Cesare Borrometi

Centro Otelli ha detto...

Per Gabriella Bonello (1935-2011), una simpatica "pasionaria" che rimarrà sempre nel mio cuore.
Cesare.

Anonimo ha detto...

Addio Gabriella,
ti ricordo ai dibattiti organizzati dal Centro di documentazione Paolo Otelli o dagli innumerevoli Comitati che hanno mosso i loro primi passi proprio nel Centro Otelli.
Sempre seduta in prima o seconda fila; sempre tra i primi a porre ai relatori delle domande che, a prima vista, sembravano "strane", ma che invece erano molto profonde, perchè partivano dalla semplicità e rivelavano complessità di pensiero.
Come quando, davanti ad un assessore regionale alla Sanità del tuo stesso partito, mettesti l'accento sulle cose che non funzionavano nell'ospedale di Chivasso. Senza reticenze e per amore della verità, a difesa dei più deboli.
Amante dei viaggi e dei libri, hai conosciuto il mondo ed avevi un ideale che non hai mai abbandonato. Sei stata coerente sino all'ultimo momento della tua vita.
Adesso hai intrapreso un nuovo "viaggio". Addio Gabriella.

Renato Dutto

SANDRO FRANCHI. ha detto...

Mi dispiace non averti rivista.
Mi manchi tantissimo.
Ti porterò nel cuore.
Ci rivedremo in Felicità,
dove non soffriremo e tutto sarà giusto.

Sandro Franchi

Anonimo ha detto...

ci mancherai, tanto.
Maurizio.

Anonimo ha detto...

CIAO GABRIELLA, SPIRITO LIBERO, COMUNISTA DENTRO E FUORI: NON TI SCORDEREMO!
Lori

Lorella ha detto...

Cara Gabriella:
te ne sei andata via porprio adesso che il berluska è sul viale del tramonto, dopo che la Moratti ha perso in casa con il compagno Pisapia, ed in tanti altri posti in giro per l'Italia spira di nuovo un po' di vento di quello giusto!
Un vero peccato, saresti stata contenta anche tu.
Lorella-

Chiara ha detto...

Credo che insieme siamo riusciti a interpretare l'ultimo saluto di Gabri, quello che avrebbe voluto lasciare a tutti noi.
Vi ringraziamo sinceramente.
Chiara